Pre Loader
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La licenza di pilota di Aliante (Glider Pilot License abbreviato con l’acronimo GPL) è una licenza aeronautica a tutti gli effetti – in altre parole NON è un attestato di volo – ed in quanto tale è rilasciata dall‘Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – ENAC, che è l’ente pubblico, sottoposto al Ministero dei Trasporti, demandato alla regolazione tecnica, alla certificazione, alla vigilanza ed al controllo del settore dell’aviazione civile. Presso l’Aeroclub Volovelistico Alpino si tengono i corsi per il conseguimento della licenza di Pilota di Aliante fin dal 1969 in virtù della certificazione ENAC I/RF/139 che la attesta la nostra scuola come organizzazione atta alla istruzione al volo.

Il conseguimento della licenza o brevetto di volo è possibile a partire dai 16 anni compiuti e non è previsto un limite massimo di età purchè vengano rispettate le opportune condizioni di idoneità psico-fisiche. Il percorso per diventare Pilota di Aliante è riassumibile nei seguenti momenti fondamentali:

  • visita medica per il conseguimento della idoneità psico-fisica di seconda classe, da effettuarsi presso un centro medico autorizzato ENAC (AME)
  • partecipazione al corso di addestramento vero e proprio
  • superamento di un esame teorico
  • superamento di un esame pratico

Superato questo primo ostacolo l’aspirante pilota può validamente iscriversi al corso e cominciare a volare da subito affrontando, contestualmente, le materie teoriche che saranno oggetto d’esame: fondamenti della meccanica del volo, sicurezza del volo, navigazione aerea e meteorologia  … Il corso teorico è coordinato in sessioni di gruppo in aula come pure con lezioni individuali completate da briefing pre e post volo per mezzo dei quali l’allievo, sempre supportato dall’Istruttore, potrà verificare la corrispondenza delle nozioni acquisite ai comportamenti da tenere in volo. Al completamento del percorso teorico, l’allievo sarà sottoposto nella nostra scuola ad un test pre-esame mediante il quale verranno verificate le conoscenze acquisite prima di essere avviato al vero esame ministeriale che è strutturato con un sistema di domande a risposta multipla (quiz). Il superamento dell’esame teorico è obbligatorio e propedeutico al sostenimento della prova d’esame pratica. Gli esami teorici si tengono in date prefissate annualmente dall’ENAC in vari aeroporti italiani dove confluiscono gli allievi candidati di diverse scuole secondo le disponibilità di posti.

L’addestramento pratico prevede l’effettuazione di almeno 13 ore di volo con un aliante scuola, distribuite in almeno 40 missioni (cioè decolli ed atterraggi). Di queste 13 ore almeno 4 devono essere eseguite come pilota solista, cioè senza l’istruttore sul seggiolino posteriore dell’aliante scuola, ma comunque sempre presente sul campo ed in costante collegamento radio con l’allievo. I tempi di volo sono conteggiati in base al volo effettivo ovvero dal decollo all’atterraggio. Raggiunta tale attività minima prevista (che a discrezione dell’Istruttore può essere estesa) e, come già detto, dopo aver superato con successo la prova teorica d’esame, l’allievo pilota sarà iscritto direttamente dalla Scuola al sostenimento della prova pratica che si tiene generalmente presso lo stesso campo volo in cui si è effettuato l’addestramento, a cura di un esaminatore nominato dell’ ENAC.

Superato anche l’esame pratico si diventa Piloti di Aliante ed il neo-pilota è tenuto a mantenere in corso di validità la propria qualifica effettuando un’attività di volo complessiva annuale di 4 ore minime con almeno 2 decolli e 2 atterraggi negli ultimi sei mesi di attività precedenti alla scadenza. Oltre a questo sono previste verifiche mediche calendariali (a scadenza variabile in funzione dell’età) da effettuarsi a scelta del Pilota o presso l’IML o presso un medico abilitato.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.